Corsi di Alta Formazione
Area Sanità

La posturologia studia i rapporti tra gli atteggiamenti abituali del corpo umano e le determinate patologie che potrebbero derivare da un errato assetto posturale. Infatti squilibri di questo sistema possono determinare sollecitazioni anormali sulle strutture anatomiche con conseguente patologia prima infiammatoria e dolorosa e poi degenerativa. Il campo d’azione della posturologia è abbastanza ampio ed in piena evoluzione e coinvolge il mondo della medicina ortopedica, della fisiatria, della massofisioterapia, dell’osteopatia, della cinesiologia e di tante altre discipline affini.

La medicina integrata è un approccio innovativo alla medicina e alla formazione medica, anche se, in realtà, ha radici molto antiche. Riconosce la medicina convenzionale come fulcro della cura, ma affianca ai moderni esami diagnostici e trattamenti convenzionali, un’attenta selezione di terapie complementari e sperimentali, come l’omeopatia, l’agopuntura, la medicina ildegardiana, l’osteopatia, la terapia cranio sacrale, la psicologia per equilibrare mente e corpo, e raggiungere il benessere psicofisico totale della persona.

L’Alta Formazione in Osteopatia si pone come obiettivo la promozione dello sviluppo professionale nell’ambito dell’Osteopatia, fornendo una adeguata formazione teorico-pratica  fondata sui parametri educativi utilizzati nei percorsi universitari di Osteopatia di tutto il mondo. L’Osteopatia è una disciplina che utilizza un approccio manuale indirizzato alla persona vista nel suo insieme, fondato su una prospettiva incentrata sul paziente e concentrata sul ristabilire, valorizzare e mantenere i normali processi fisiologici dell’organismo. Gli osteopati analizzano l’interconnessione e l’influenza reciproca tra i sistemi corporei; in particolare il sistema muscolo-scheletrico, in quanto strumento della vita di relazione ed espressione dello stato di salute. Questa disciplina si integra con la medicina classica, in quanto essa si avvale della diagnosi fatta dal medico per valutare e trattare i disturbi funzionali attraverso un approccio olistico ed esclusivamente manuale. La metodologia osteopatica si basa sul principio di  relazione tra struttura e funzione ed utilizza dei modelli di lavoro, detti modelli osteopatici, in cui considera i legami anatomo-funzionali esistenti tra le varie parti del corpo. Scopo del trattamento osteopatico è ristabilire l’equilibrio psicofisico della persona attraverso tecniche manuali non invasive. In questo corso saranno esposti i principi e metodi di base dell’osteopatia, con particolare riferimento alle strutture somatiche dell’arto inferiore; gli stessi principi potranno essere utilizzati in qualunque distretto somatico del corpo.

Il tracciato elettrocardiografico rilevato con un elettrocardiogramma (ECG) è caratterizzato da diversi tratti denominati onde positive e negative, che si ripetono ad ogni ciclo cardiaco ed indicano la specifica attività del cuore legata alla propagazione dell’impulso elettrico cardiaco. Il normale tracciato ECG presenta un aspetto caratteristico che varia soltanto in presenza di problemi: una data patologia tende a determinare una specifica alterazione in uno o più punti del tracciato, restituendo onde alterate nell’altezza, nella forma o invertite. In questo articolo troverete le indicazioni per una interpretazione di base del tracciato elettrocardiografico normale ed alterato.

La formazione in ambito del Movimento investe la tutela della salute di tutti, sia sotto l’aspetto preventivo che in quello finalizzato a migliorare le prestazioni psico/fisiche. I fruitori della competenza di questi futuri professionisti saranno garantiti da una formazione universitaria di qualita’, aggiornata e coerente con la realta’ scientifica attuale.

Il processo di sterilizzazione si realizza in tutte le sue al fine di garantire la condizione in cui la sopravvivenza dei microrganismi è altamente improbabile. Una popolazione di oggetti è considerata sterile se un oggetto su un milione è contaminato. Un materiale viene definito sterile se il SAL (livello di sicurezza di sterilità) è inferiore a 10−6; cioè quando le probabilità di trovarvi un microrganismo sono inferiori ad una su un milione. Il processo di ricondizionemanto è composto dalle seguenti fasi: trasporto, decontaminazione, detersione e lavaggio, risciacquo, asciugatura, confezionamento, sterilizzazione tramite dispositivo (es. autoclave), tracciabilità, ed infine rimovimentazione/stoccaggio del materiale sterilizzato nel luogo dal cui è stato prelevato. Il processo di sterilizzazione, per poter risultare efficace, deve essere correttamente eseguito in ogni sua fase partendo, inoltre, dai requisiti strutturali del servizio di sterilizzazione fino ad arrivare alla conoscenza di aspetti normativi e tecnicoorganizzativi senza trascurare la conoscenza dei dispositivi medici riutilizzabili (in particolare lo strumentario chirurgico) utile per valutare la migliore tecnica di ricondizionamento e di riconfezionamento dei relativi set. L’operatore di centrale di sterilizzazione, alla luce delle competenze relative al proprio profilo professionale, riveste un ruolo ed una responsabilità differente che verranno presentate all’interno del corso. Partendo dall’evoluzione storica e normativa relativa al processo di ricondizionamento dei dispositivi medici riutilizzabili si affronteranno alcune tematiche di igiene indispensabili per la buona riuscita del processo. Si analizzeranno, successivamente, tutte le figure coinvolte nella sterilizzazione attraverso la conoscenza di specifiche competenze ed analisi di casi. Al fine di conoscere la totalità del processo di sterilizzazione verranno inoltre presentate le caratteristiche delle strutture sanitarie ed i relativi requisiti strutturali e logistici. Le successive lezioni spiegheranno le caratteristiche principali dei dispositivi medici e le loro specifiche funzionali relative al processo. Al termine della descrizione di tutte le fasi del processo di sterilizzazione verranno illustrate le modalità di manipolazione sicura e le diverse modalità di esecuzione con specifici esempi di controlli per ogni singola fase. L’importante attività di convalida sarà spiegata in ogni fase del processo così come sarà descritta la necessità di garantire la tracciabilità richiesta dalle norme senza dimenticare il miglioramento continuo che verrò presentato dai docenti in diverse sessioni specifiche.

Per le nuove iscrizioni chiamare il numero verde

Richiedi maggiori informazioni

Compila il form e sarai ricontattato al più presto dal nostro ufficio orientamento.